Melanoma pediatrico, stessa storia dell’adulto?

Il tumore cutaneo nei pazienti pediatrici sembra presentare una prognosi simile alla patologia nell’adulto e richiederebbe trattamenti simili.

Il melanoma pediatrico, una condizione dermatologica piuttosto rara riscontrata nei giovani pazienti, presenterebbe caratteristiche simili alle forme del tumore che si sviluppano nell’adulto, sia per quanto riguarda l’evoluzione clinica delle lesioni, sia per il tipo di trattamenti richiesti.

È questa la conclusione di un recente studio italiano condotto dai ricercatori della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

Gli autori hanno infatti analizzato una serie di melanomi cutanei in pazienti pediatrici registrati nel progetto Italian Rare Tumors in Pediatric Age. In totale sono stati esaminati 54 pazienti di età inferiore a 18 anni seguiti in 12 centri specialistici sul territorio nazionale.

Considerando l’incidenza in Italia di melanomi pediatrici, gli autori hanno stimato che i casi analizzati rappresentavano circa il 30% dei casi totali che si registrano annualmente nei bambini e il 10% tra gli adolescenti. Circa la metà dei casi esaminati (47%) erano lesioni amelanocitiche e la maggior parte (81%) era rialzata. Gli autori hanno potuto riscontrare che la sopravvivenza dei pazienti correlava con lo stadio del tumore alla presentazione e alla presenza di ulcerazione.

Gli autori hanno potuto concludere da questi dati che le variabili che influenzano la sopravvivenza nei giovani pazienti che presentano una melanoma sono sostanzialmente simili a quanto osservato nel paziente adulto. Non solo, l’approccio clinico e terapeutico negli adulti sembrerebbe essere indicato anche per i pazienti pediatrici, anche se questi ultimi sembrano presentare una patologia in stadio più avanzato al momento della diagnosi, tuttavia con un tasso di sopravvivenza simile.

Gli autori hanno comunque sottolineato la necessità di sviluppare nuovi soluzioni farmacologiche adatte per il trattamento della patologia in forma avanzata, con un diretto impiego nella terapia dei pazienti pediatrici.

Bigliografia :

Fonti :

ven 9 maggio 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …