Lo sport e la danza, alleati contro l’infiammazione.

Nel percorso terapeutico Pneisystem il movimento svolge un ruolo fondamentale. Numerosissimi studi scientifici hanno documentato negli ultimi anni, due fondamentali ripercussioni del movimento sulla salute.
In primo luogo, il rafforzamento delle difese immunitarie in coloro che pratichino attività sportive non agonistiche è un dato di fatto. D’altro canto il movimento e, in particolare, la danza si associano alla produzione di oppioidi cerebrali (endocannabinoidi) che inducono uno stato di euforia e benessere.

 Una delle più note tra queste molecole è stata battezzata Anandamide (in sanscrito Ananda significa beatitudine).
 
Tra le condizioni psicologiche particolarmente studiate in coloro che fanno jogging o maratone ricordiamo il cosiddetto “Runner’s High” (stato di euforia sperimentato da colui che corre) e il “Second Wind” (la sensazione di euforia che si prova nel momento in cui, ormai pronti ad arrendersi, si raccoglie l’energia per superare il proprio limite).

 La segnalazione dai sistemi strutturali (muscolare, connettivale, scheletrico e adiposo) ai sistemi endocrino-metabolici e immunitari e al metasistema cervello-psiche, è ampiamente documentata e si arricchisce di giorno in giorno.

Lo dimostra il ruolo di molecole di derivazione ossea che hanno effetti positivi sull’insulina e sul testosterone; e il ruolo dei cannabinoidi che, prodotti dal cervello in corso di attività muscolare, hanno effetti regolatori positivi sull’umore.

 E’ quindi plausibile che l’attività fisica sia un potente regolatore del network Pnei umano.
 
Da tale assunto, che ha ormai anche numerose evidenze scientifiche, si può aprire una nuova e importante fase nel mondo delle discipline corporee, da considerarsi come parte integrante e vitale di una terapia moderna fondata  sulla cura dell’essere umano.

 All’interno del sistema terapeutico Pneisystem, nasce così lo spin-off Pnei 4 dance, una metodologia innovativa, incentrata sulla moderna Psicologia Energetica, che consente non solo di velocizzare l’apprendimento della tecnica di ballo ma punta contemporaneamente all’ottimizzazione del benessere psicofisico e al superamento dei più diffusi problemi psicologici tra cui  stati ansioso depressivi, insicurezze, mancanza di autostima, timore del giudizio, etc…
E’ possibile fare esperienza di Pnei4dance allo stage programmato sabato 24 e domenica 25 ottobre a Roma. Ulteriori informazioni su www.pnei4u.com

Bigliografia :

Fonti :

mar 13 ottobre 2015
VEDI ANCHE
Parliamo di …