Il cibo non si mangia se l’odore è sgradevole

Alcune misure fisiologiche del sistema nervoso autonomo (ANS) e altre comportamentali, sono utili per determinare le cause del gradimento o del rifiuto per un cibo.

In proposito sono state valutate le risposte dell’ANS a odori piacevoli e spiacevoli emanati da alimenti presentati in concentrazioni variabili, tramite le espressioni facciali. I risultati dell’esperimento, relativi alle reazioni di 26 partecipanti volontarie sane, hanno mostrato che l’odore sgradevole di pesce innescava un aumento della frequenza cardiaca, delle risposte di conduttanza cutanea con una tendenza alla diminuzione della temperatura corporea cutanea, un minor numero di espressioni facciali neutre e un aumento delle espressioni di rabbia e disgusto.

In particolare, le espressioni facciali neutre erano differenti per gli odori dei cibi entro 100 ms, dopo l’inizio della presentazione, e gli odori seguiti da espressioni di disgusto (180 ms), di rabbia (500 ms), di sorpresa ( 580 ms), tristezza ( 820 ms), paura ( 1020 ms ), e felicità (1780 ms ). La frequenza cardiaca rispondeva agli odori dopo 400 ms, mentre le risposte di conduttanza cutanea dopo 3920 ms. Questo svolgimento temporale delle emozioni nelle reazioni agli odori dei cibi, potrebbe essere molto importante per studiare a fondo gli stimoli che comportano un’alimentazione compulsiva.

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24592246
Front Psychol. 2014 Feb 13;5:110. doi: 10.3389/fpsyg.2014.00110. eCollection 2014.
Dynamics of autonomic nervous system responses and facial expressions to odors.

Bigliografia :

Fonti :

mar 18 marzo 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …