Frequenza dei pasti: importante per il controllo del peso post-partum

La frequenza dei pasti unitamente all’assunzione di calorie rappresenta un elemento fondamentale per il controllo del peso corporeo nelle donne dopo il parto.

La frequenza dei pasti e il livello di assunzione di calorie rappresentano i due elemetni cruciali nel determinare il successo dei programmi di riduzione del peso corporeo dopo la gravidanza.

Questo è quanto emerge da un recente studio svedese condotto dai ricercatori della Sahlgrenska Academy presso l’Università di Gothenburg.

L’analisi si è concentrata sulla relazione tra la frequenza alimentare, l’assunzione di calorie e il peso corporeo al momento dell’arruolamento delle partecipanti allo studio, così come delle associazioni tra la le variazioni nella frequenza alimentare e nell’assunzione di energia durante un intervento di riduzione del peso corporeo della durata di 12 settimane al quale venivano destinate le donne obese e sovrappeso in seguito al parto.

In totale, allo studio hanno partecipato 61 donne caratterizzate da un valore dell’indice di massa corporeo pre-gravidanza pari a 23-25 kg/m2 le quali hanno fornito per 12 settimane dopo il parto e ancora 12 settimane post-intervento le informazioni sulle proprie abitudini alimentari.

Gli autori hanno quindi potuto riscontrare un’associazione positiva tra la frequenza alimentare e l’assunzione di calorie al momento dell’inizio dello studio, mentre nessuna associazione significativa veniva riscontrata tra la frequenza alimentare e il peso corporeo.

Durante il periodo di intervento, invece, la riduzione della frequenza alimentare correlava positivamente con una riduzione delle calorie assunte, mentre non si riscontrava alcuna associazione con la riduzione del peso corporeo.

Lo studio ha quindi chiaramente evidenziato un’associazione positiva tra la frequenza alimentare e l’assunzione di calorie prima dell’intervento ed anche tra la riduzione della frequenza dei pasti e le calorie introdotte grazie all’intervento, sottolineando così l’importanza dei programmi di modifica del comportamento alimentare per la gestione delle pazienti obese.

Bigliografia :

Fonti :

mer 15 gennaio 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …