Enuresi, più diffusa tra i bambini in sovrappeso

I bambini e gli adolescenti in sovrappeso sono più a rischio di enuresi.

Questo quanto emerge da un recente studio pubblicato sulla rivista International Journal of Obesity condotto dai ricercatori israeliani del Sheba Medical Center, Ramat Gan.

Il sovrappeso infantile può accompagnarsi a una serie di complicazioni neurologiche e metaboliche anche gravi. Anche il fenomeno dell’enuresi, cioè la ridotta capacità di controllo che determina la minzione notturna, sembra essere più diffuso tra i giovani individui che soffrono di apnea ostruttiva del sonno, disordine da deficit di attenzione e iperattività, diabete di tipo 2 e problemi psicopatologici. Nello studio gli autori hanno verificato se la prevalenza dell’enuresi fosse più diffusa tra i bambini e gli adolescenti obesi. In totale, 281 bambini e adolescenti di età compresa tra 7 e 18 anni sono stati sottoposti ad una valutazione medica. 158 di questi erano di peso normale mentre 37 erano in sovrappeso e 86 obesi. Gli autori hanno osservato che la prevalenza di enuresi differiva tra le varie categorie corporee. Infatti 14 casi (8,8%) erano registrati fra gli adolescenti di peso normale, 6 (16%) tra coloro in sovrappeso e 26 (30%) tra i partecipanti obesi.

Per ogni incremento di un’unità nel valore di Z-score dell’indice di massa corporea (BMI), cioè dal valore di riferimento per la fascia d’età considerata, si osservava un aumento del rischio di presentare il disordine. Inoltre, il sesso maschile, l’esistenza di un parente di primo grado affetto dal disordine e la presenza contemporanea di sintomi di disfunzione nello svuotamento e di alcuni tratti del disordine da deficit di attenzione e iperattività sembrano aumentare decisamente il livello di rischio.

Bigliografia :

Fonti :

dom 13 gennaio 2013
VEDI ANCHE
Parliamo di …