Endotelina non correla con attività della patologia sclerodemica

Non è possibile riscontare alcuna associazione tra i livelli di endotelina e le caratteristiche clinico patologiche della malattia.
Nel presente studio i ricercatori brasiliani dell’Università di Curitiba hanno analizzato la correlazione tra l’attività della patologia sclerodermica e i livelli plasmatici dell’agente vasocostrittore Endotelina-1. Gli autori hanno valutato le caratteristiche cliniche della malattia e la presenza di autoanticorpi tipici del disordine autoimmune confrontandoli con le osservazioni capillaroscopiche. In totale lo studio ha coinvolto 74 soggetti di cui 34 pazienti sclerodermici e i restanti controlli sani. I pazienti presentavano una durata media della patologia di 42 anni. Nei controlli i livelli medi di endotelina variavano da 0.41 a 5.65 pg / ml e nei pazienti da 0.41 a 8.82 pg / ml. I ricercatori non hanno osservato alcuna correlazione tra la durata della patologia, l’età dei pazienti e il grado di coinvolgimento cutaneo della patologia. Nessuna correlazione è stata ugualmente identificata tra i livelli serici di endotelina-1 e la severità della patologia. Nei casi di sindromi di overlap venivano riscontrate concentrazioni più elevate di endotelina-1. Complessivamente, i livelli di endotelina-1 erano inferiori nei soggetti malati rispetto a quelli sani e non era possibile identificare alcuna associazioni tra i livelli del marker e le variabili della patologia studiate.

Bigliografia :

Fonti :

lun 18 giugno 2012
VEDI ANCHE
Parliamo di …