Disagio psicologico nel dolore cronico, quali meccanismi alla base?

Ansia e depressione sono elementi caratteristici associati al dolore cronico. Le basi biologiche di questa associazione non sono tuttavia chiare e sembrano inoltre differire nelle differenti situazioni.

Dolore cronico e disagio psicologico: quali meccanismi ala base di questa associazione? Lo stato di disagio mentale rappresenta una situazione frequentemente riscontrata nei pazienti affetti da condizioni che determinano una sofferenza da dolore cronico, causando un’ulteriore compromissione della qualità di vita.

Un possibile meccanismo responsabile per questa condizione potrebbe essere legato a un disturbo dei sistemi di controllo del dolore localizzati livello del tronco encefalico.

Tuttavia, secondo recente studio danese condotto presso il Danish Pain Research Centre della Aarhus University, l’origine dei disturbi dell’umore nei pazienti affetti da dolore cronico potrebbe derivare avere un’origine distinta nelle differenti situazioni.

L’evidenza è giunta in seguito all’analisi di tre gruppi di individui rispettivamente affetti da dolore neuropatico, fibromialgia e sani, nei quali veniva registrata la presenza di disagio psicologico, depressione ed ansia, ed anche la qualità di vita relazionata allo stato di salute.

Dallo studio emergeva così chiaramente che i pazienti affetti da fibromialgia e dolore neuropatico presentavano con maggiore disordini psicologici rispetto ai soggetti sani, sia in forma autoriportata che valutata professionalmente dal medico.

Tuttavia, solo in alcuni casi si riscontravano i criteri diagnostici per la depressione e inoltre le associazioni tra il dolore e sintomi mentali venivano osservate solo nel gruppo di fibromialgia nonostante intensità di dolore simili nei due gruppi. Queste osservazioni sarebbero dunque indicative dell’esistenza di meccanismi differenti nello sviluppo dei disordini dell’umore nei due gruppi di pazienti.

Bigliografia :

Fonti :

gio 8 maggio 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …