Densità mammografica: importante nella giovane donna

La nuova frontiera tecnologica per lo screening mammario consiste nella misurazione automatica della densità del seno

La nuova frontiera tecnologica per lo screening mammario consiste nella misurazione automatica della densità del seno. Questa metodica è altamente predittiva del rischio del tumore, specialmente nelle donne più giovani, ma soprattutto questo rischio può essere correlato al tasso con cui la densità mammaria varia nel tempo.

Questi i due principali punti a favore della tecnologia presentati durante il meeting annuale della Radiological Society of North America (RSNA), tenutosi a dicembre a Chicago. La densità del seno determinata attraverso mammografia costituisce un fattore di rischio indipendente e altamente predittivo del rischio della malattia.

Un esito mammografico denso richiede infatti un immediato approfondimento diagnostico, preferibilmente mediante risonanza magnetica (MRI).

Il principale relatore sul tema, il Dr. Nicholas Perry, direttore del London Breast Institute di Londra, ha infatti sottolineato come le donne di età inferiore a 50 anni siano le più esposte al rischio di tumore mammario associato alla densità del seno e, soprattutto, le forme tumorali che insorgono in questa categoria di pazienti sono generalmente pe più aggressive, con dimensioni più estese e un maggiore rischio di recidiva.

Questi risultati sono emersi da un recente studio UK condotto proprio sotto da guida del Dr. Perry, nel quale veniva confrontata la densità del seno e il rischio per la malattia tra un gruppo di donne più giovani ed uno di più anziane, e veniva anche analizzato come il rischio si modificava a seconda delle variazioni della densità nel tempo.

L’analisi ha coinvolto 282 casi di tumore al seno e 317 controlli sani, i quali sono stati sottoposti all’esame di mammografia digitale e un sistema volumetrico automatizzato per la misurazione della densità. Le pazienti affette dal tumore presentavano una maggiore densità mammografica rispetto alle partecipanti sane fino all’età di 50 anni.

I controlli sani presentavano un declino lineare significativo nella densità correlato all’età mentre si osservava una maggiore variabilità nella regressione della densità nelle pazienti con il tumore. Secondo gli autori dello studio, questi risultati sarebbero particolarmente interessanti poiché evidenzierebbero l’esistenza di differenti meccanismi biologici di densità per il seno normale rispetto a quello affetto da tumore, e queste differenze sarebbero maggiormente evidenti nelle donne più giovani.

Quest’osservazione potrebbe aggiungere un nuovo elemento con rispetto alla possibilità di eseguire un mammogramma precoce per stabilire la presenza o meno di un fattore di rischio ovvio che potrebbe quindi determinare uno screening più approfondito nelle donne che presentano un seno più denso.

Bigliografia :

Fonti :

mer 8 gennaio 2014
VEDI ANCHE
Parliamo di …