Allattamento al seno previene diabete materno

L’allattamento al seno sembra offrire protezione contro lo sviluppo del diabete materno. L’evidenza confermata da una recente meta-analisi.

L’allattamento al seno può ridurre significativamente il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 nelle donne. L’evidenza non è del tutto nuova, ma solo recentemente l’associazione tra queste due condizioni si è resa più chiara.

Sono i ricercatori dell’Imperial College di Londra ad aver dimostrato con chiarezza la relazione dose risposta tra l’allattamento e il rischio del disordine metabolico.

In totale, il team medico ha analizzato i risultati riuniti di sei studi recuperati sui principali database di letteratura scientifica online che esaminavano la relazione tra le due condizioni.

In breve, gli autori hanno riscontrato che maggiore era la durata del periodo dell’allattamento e minore risultava il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Il rischio relativo calcolato tra la categoria a maggiore durata e quella a minore era infatti pari a 0,68.

Inoltre, per un prolungamento del periodo di allattamento equivalente a tre mesi per ciascun bambino il rischio relativo si modificava a 0,89, mentre per la durata di anno il rischio relativo diveniva 0,91, due risultati chiaramente indicativi di una decisiva protezione offerta dall’allattamento contro la condizione patologica.

La natura di questo effetto protettivo risulta essere per larga parte sconosciuta ma potrebbe essere riconducibile ad una riduzione del contenuto di grasso viscerale associata allo stato di allattamento, ma anche un miglioramento globale del metabolismo glucidico, dei livelli di ormoni metabolici circolanti e anche della loro sensibilità a livello dei tessuti. Studi animali, infine, hanno rivelato che l’allattamento può direttamente favorire la sensibilità all’insulina stessa.

Bigliografia :

Fonti :

mar 3 dicembre 2013
VEDI ANCHE
Parliamo di …