200mila disoccupati per colpa delle malattie reumatiche

Per colpa del dolore causato dal danno articolare si perdono ogni anno 23 milioni di giornate di lavoro. In tutto 4 pazienti su 10 sono costretti a rinunciare alla propria attività lavorativa o a cambiarla. Un costo sociale di 4 miliardi di euro l’anno, di cui 2,8 miliardi solo per perdita di produttività.
Pesano i costi indiretti sulle famiglie del malato reumatico, costrette a ridurre le giornate di lavoro per assistere il familiare: lo Stato  negli ultimi 10 anni ha erogato oltre 165mila assegni di invalidità al ritmo di 4mila nuove richieste l’anno  e soltanto nel 2012 l’IMPS ha speso oltre 104 milioni di euro per questi pazienti.
Curare i pazienti in modo tempestivo e appropriato consentirebbe non solo di migliorare la loro qualità di vita  ma anche di aumentarne la produttività e l’occupazione riducendo il numero di giornate lavorative perse e l’invalidità.

Bigliografia :

Fonti :

mer 16 ottobre 2013
VEDI ANCHE
Parliamo di …