|

DIETA E ATTIVITÀ FISICA

Recenti studi sull'effetto combinato della dieta e dell'esercizio suggeriscono che esso produce un calo ponderale superiore a 2 Kg rispetto alla sola dieta.

Il trattamento combinato presenta un calo maggiore del peso corporeo, della massa grassa e del rapporto vita - fianchi rispetto alla sola dieta.

L'esercizio è efficace anche nei soggetti in dieta che non modificano l'assunzione di alimenti e mantengono il peso. Sfortunatamente, è difficile misurare con precisione il dispendio e l'introito energetico, cosa che complica la valutazione del bilancio energetico in individui che vivono nel loro ambiente naturale.

Miglioramenti della forma (valutati in base all'esercizio massimale) si associano ad una riduzione del peso corporeo e delle pliche cutanee. Di converso, attività fisica (anche se moderata) e dieta troppo restrittiva (VLCD) potrebbero non garantire la conservazione della massa magra.

L'attenzione dell'obeso è rivolta esclusivamente al calo ponderale, non conoscendo le ripercussioni sulla salute addebitabili alla perdita di massa magra: aritmia cardiaca, ipokaliemia, edema, astenia, alterazioni ormonali, menarca, ecc. La perdita di massa magra è l'indicatore di un bilancio energetico troppo negativo e di una patologia legata al calo ponderale. Sia la dieta restrittiva che l'attività fisica devono essere quindi regolati dalla supervisione medica, escludendo perciò i programmi 'fai-da-te'. L'accumulo di grasso è soltanto il risultato di un bilancio energetico positivo e l'obesità si produce di solito da una modesta positivizzazione del bilancio energetico protratta per un periodo di tempo sufficientemente lungo.

Anche se i programmi possono focalizzarsi soltanto sulla dieta o sull'attività fisica, occorrerebbe dare giusta importanza sia alla piccola riduzione dell'intake di cibo che al piccolo incremento nel dispendio di energia, cioè alla modesta negativizzazione del bilancio energetico.

È sufficiente, per gli obesi in adeguato training, svolgere tre sessioni di esercizio aerobico lieve (cyclette senza carico da sforzo) alla settimana, per una durata di 35-45 minuti ciascuna.