|

L'APPROCCIO COGNITIVO

Gli studi effettuati sulle tecniche cognitive e comportamentali nel trattamento dell'obesità, dimostrano che non esiste un singolo modo o una combinazione di metodi che si dimostri superiore agli altri.  Spetta quindi al terapeuta scegliere le strategie necessarie per favorire il buon risultato dell'intervento.
Il modello decisionale, finalizzato alla scelta del tipo di trattamento più idoneo, si basa sulle risultanze dell'assessment multi dimensionale e sull'ampia gamma di soluzioni terapeutiche disponibili. 
Esse vanno dall'auto aiuto alla terapia chirurgica, includendo un vasto elenco di tecniche, metodiche strumentali e cliniche.

Nella tabella sono riportate le varie fasi dell'intervento terapeutico, la cui sequenza è ordinata di volta in volta secondo priorità clinica.

> il processo di motivazione al calo ponderale
> la modificazione del comportamento alimentare
> la selezione degli obiettivi ragionevoli
> la modificazione dello stile di vita 
> il diario alimentare
> l'intervento dietetico
> la riabilitazione cardio respiratoria
> il programma d'implementazione dell'attività fisica 
> le tecniche di controllo degli stimoli
> la ristrutturazione cognitiva 
> le tecniche di gestione dello stress 
> l'identificazione del supporto sociale
> la farmaco terapia
> l'opzione chirurgica
> le tecniche di controllo delle ricadute 
> le tecniche per il miglioramento dell'autostima
> le tecniche per l'accettazione dell'immagine corporea
> le tecniche per il miglioramento della qualità della vita 


La terapia cognitiva e comportamentale è la forma di trattamento dell'obesità più ampiamente studiata, sia applicata da sola sia associata ad altri interventi terapeutici. La sua efficacia è stata ampiamente documentata a breve e a medio termine, ma nel lungo termine la sfida è ancora aperta.
Ciascuna fase delle sequenze è ampiamente discussa in letteratura, ma una specifica trattazione imporrebbe uno spazio molto esteso, ben oltre il consentito nel presente CD.
L'elenco è comunque utile come riferimento da cui discernere i mezzi diagnostici e terapeutici che possono essere adottati in virtù del background e delle proprie necessità ambulatoriali.